Selezione oldwine

Il prodotto è stato selezionato dal nostro staff.

Riconoscimenti

Il prodotto ha ottenuto uno o più premi/riconoscimenti dalle riviste o esperti del settore.

Franciacorta Barone Pizzini Animante Docg Extra Brut Bio
search
  • Franciacorta Barone Pizzini Animante Docg Extra Brut Bio

Franciacorta Barone Pizzini Animante Docg Extra Brut Bio

26,90 € - 25,69%
19,99 €

Rappresenta l’anima di Barone Pizzini perché racchiude in sè la natura viva di tutti i suoi vigneti. Nasce per coronare il lungo e pionieristico percorso di rinnovamento in vigna ed in cantina che ha sancito la primogenitura di Barone Pizzini nell’esperienza biologica in Franciacorta.

Produttore:

Barone Pizzini

Formato: 0,75 l

Quantità

Voto 5/5 Basato su 1 recensioni dei clienti
  • Spedizione gratuita per ordini superiori a 69,99 euro Spedizione gratuita per ordini superiori a 69,99 euro
  • Spedizione in giornata per ordini ricevuti entro le ore 13.00 e con modalità di consegna express (esclusi giorni festivi) Spedizione in giornata per ordini ricevuti entro le ore 13.00 e con modalità di consegna express (esclusi giorni festivi)
  • Sicurezza 100% sui vostri dati e pagamenti grazie ai protocolli di crittografia Sicurezza 100% sui vostri dati e pagamenti grazie ai protocolli di crittografia

Informazioni utili

Nazione
Italia
Regione
Lombardia
Formato 
0,75 l
Denominazione 
Franciacorta
Gradazione 
12°
Temperatura
9-10 °C
Dosaggio 
Extra Brut
Vitigni
Erbamat, Pinot Nero, Pinot Bianco, Chardonnay

Descrizione

Animante è il primo Franciacorta bio di Barone Pizzini con una percentuale di Erbamat.

Questo traguardo è il frutto di anni di studi, prove e investimenti riguardanti questo antico vitigno autoctono bresciano, contraddistinto dalla sua spiccata acidità e dal basso contenuto zuccherino.

Le prime testimonianze di Erbamat risalgono ad un’opera scritta nel 1564 dall’agronomo bresciano Agostino Gallo, intitolata “Le dieci giornate della vera agricoltura e piaceri della villa”, per poi scomparire da tutte le mappe e i vigneti per quasi 500 anni.

Nel 2008, grazie all’aiuto dell’agronomo Pierluigi Donna e dello Studio Sata, abbiamo piantato il primo ettaro dal quale sono nati tre vini chiamati “Tesi”: Tesi 1, Tesi 2 e Tesi 3, ognuno con una percentuale diversa di Erbamat al loro interno.

Nonostante questi tre prodotti non possano essere classificati Franciacorta a causa dell’alta percentuale di Erbamat presente nell’assemblaggio (il disciplinare prevede un utilizzo massimo del 10%), sono stati indispensabili per capire il comportamento di questo particolare vitigno.

La scelta di coltivare Erbamat ha due obiettivi principali: meglio caratterizzare la Franciacorta e rispondere ai cambiamenti climatici particolarmente sentiti negli ultimi 30 anni.


Note di degustazione

Di colore giallo paglierino, presenta note floreali, di agrumi, miele d’acacia, albicocca e frutta secca. Dalla fine cremosità con chiusura sapida.


Temperatura di servizio 8°-10°

Denominazione Franciacorta

Vigneti di provenienza 25 vigneti bio nei comuni di Provaglio D’Iseo, Passirano, Cortefranca e Capriolo

Alcool svolto 12%

Numero ceppi per ettaro 5000-6250 ceppi per ettaro

Resa per ettaro 90 quintali per ettaro

Vinificazione Pressatura soffice e fermentazione in vasche inox termocondizionate

Affinamento8 mesi in vasche inox

Tempo minimo in bottiglia Dai 20 ai 30 mesi sui lieviti. 8 sboccature da ottobre a settembre

% Uva/ Vitigno Chardonnay 77%, Pinot nero 17%, Pinot bianco 3%, Erbamat 3%

Terreno Parte di origine morenica profonda con scheletro abbondante e deposizione sabbiosa in superficie, parte di origine morenica recente frammista a deposizione fluvio – glaciale  con abbondante scheletro ghiaioso, permeabile anche in profondità
Esposizione

Sistema di allevamento Guyot

Tipo di vendemmia Manuale in cassette

Premi

Gambero rosso
Bibenda

Abbinamenti

Ideale come aperitivo con crudo di mare o Culatello di Zibello, a tavola con primi piatti, pesci e carni bianche.

Produttore

Barone Pizzini

Il Primo Franciacorta Biologico

La viticoltura biologica è l’approdo naturale di un percorso volto alla ricerca della rappresentazione massima di un territorio. Il rispetto della natura è la condizione necessaria per ottenere da essa frutti ricchi di vita e di grandi potenzialità espressive. L’equilibrio tra uomo e natura è presupposto di un vino con un forte legame alla propria terra, unico ed irriproducibile altrove.