Grignolino d’Asti DOC Limonte Braida
search
  • Grignolino d’Asti DOC Limonte Braida

Grignolino d’Asti DOC Limonte Braida

9,10 €

Crediamo molto nel Grignolino. Anno dopo anno ci convince sempre di più il frutto di questa proprietà viticola che si trova in una collina sopra Rocchetta Tanaro dove la terra, ricca di argilla e di limo, regala al vino l’inconfondibile struttura e il nome, Limonte.

Produttore:

Braida

Quantità

  • Spedizione gratuita per ordini superiori a 69,99 euro Spedizione gratuita per ordini superiori a 69,99 euro
  • Spedizione in giornata per ordini ricevuti entro le ore 13.00 (esclusi giorni festivi) Spedizione in giornata per ordini ricevuti entro le ore 13.00 (esclusi giorni festivi)
  • Sicurezza 100% sui vostri dati e pagamenti grazie ai protocolli di crittografia Sicurezza 100% sui vostri dati e pagamenti grazie ai protocolli di crittografia

Informazioni utili

Nazione
Italia
Regione
Piemonte
Annata 
2020
Denominazione 
Grignolino d’Asti DOC
Gradazione 
12,5°
Temperatura
10-12 °C
Vitigni
Grignolino
Affinamento
Vasche di Cemento

Descrizione

Denominazione

Grignolino d’Asti DOC.

Uva

Grignolino 100%, proprietà nel comune di Rocchetta Tanaro, anno d’impianto 2010, densità 5500 piante per ettaro, esposizione sud/est. Tessitura del terreno: 40% limo, 30% sabbia, 30% argilla.

In Cantina

Fermenta in acciaio inox a temperatura controllata. Alla maturazione, che avviene in vasche per circa quattro mesi, fa seguito una permanenza in bottiglia per ulteriori due mesi.

Degustazione

Colore brillante, rosso granato con riflessi rubini. Profumi floreali con le rose in maggior evidenza, fieno ancora fresco, frutta come albicocca, prugna gialla e corollario di fragoline di bosco, lamponi e ciliegia. Al palato, fresco e vinoso, finemente polposo ripropone con medesima intensità la rosa e i frutti espressi all’olfatto. La trama tannica si presenta inizialmente fine per diventare importante in seguito. Buon equilibrio e persistenza.

Produttore

Braida

Dieci vigne, sei case, una chiesa.

La storia di Braida si lega a quella di Rocchetta Tanaro, piccolo centro del Monferrato astigiano. “Il mio paese non è una sorpresa, son dieci vigne, sei case, una chiesa”: sono parole dello chansonnier Paolo Frola, che è anche il medico condotto di Rocchetta. La canzone fu scritta con Gianni Mura, bevendo la Barbera di Rocchetta. Di quelle dieci vigne cantate da Frola, alcune sono Braida. Erano di nonno Giuseppe, poi sono passate a papà Giacomo, adesso le coltivano Giuseppe e Raffaella Bologna. L’azienda nasce dall’entusiasmo, la passione e il coraggio imprenditoriale di un rocchettese “Doc”, Giacomo Bologna.