Nikka Coffey Gin astucciato
search
  • Nikka Coffey Gin astucciato

Nikka Coffey Gin astucciato

54,90 € - 27,32%
39,90 €

Produttore:

Nikka

Formato: 0,70 l

Quantità

  • Spedizione gratuita per ordini superiori a 69,99 euro Spedizione gratuita per ordini superiori a 69,99 euro
  • Spedizione in giornata per ordini ricevuti entro le ore 13.00 e con modalità di consegna express (esclusi giorni festivi) Spedizione in giornata per ordini ricevuti entro le ore 13.00 e con modalità di consegna express (esclusi giorni festivi)
  • Sicurezza 100% sui vostri dati e pagamenti grazie ai protocolli di crittografia Sicurezza 100% sui vostri dati e pagamenti grazie ai protocolli di crittografia

Informazioni utili

Nazione
Giappone
Formato 
0,70 l
Gradazione 
47°
Confezione
Astuccio

Descrizione

Nikka Coffey Gin è ottenuto da un alcol di cereali distillato nella colonna Coffey della Miyagikiyo Distillery. È caratterizzato da uno spirito oleoso e aromatico che si presenta al palato con una consistenza ricca e vellutata. In aggiunta alle tradizionali botaniche impiegate nella produzione di gin, la sua eccezionale complessità aromatica è dovuta all'esplosione rinfrescante di agrumi giapponesi quali Yuzu, Kabosu, Amanatsu e Shikuwasa, alle delicate note fruttate della mela e ai sentori piacevolmente pungenti del pepe giapponese Sansho che emergono.

Abbinamenti

Un gin in cui la parte agrumata e di spezie la fa da padrone. Ottimo per un Cocktail Martini o un Gimlet.

Produttore

Nikka

Nel 1918, un giovane giapponese con l'ambizione di produrre whisky genuino andò da solo in Scozia per svelare il segreto della produzione del whisky. Lui è Masataka Taketsuru, il fondatore di Nikka Whisky.

Padre del whisky giapponese Masataka Taketsuru (1894-1979)

Data la possibilità di andare in Scozia, Masataka è diventato il primo giapponese in assoluto a padroneggiare come fare il whisky. Si iscrisse all'Università di Glasgow, frequentò corsi di chimica e poi fece l'apprendista in tre distillerie scozzesi. L'uomo giovane e appassionato ha avuto la fortuna di imparare in prima persona dagli artigiani e di avere una formazione pratica per padroneggiare la miscelazione. I due taccuini pieni di ogni dettaglio divennero in seguito la prima vera guida del Giappone alla produzione di whisky.

Nel 1920 Masataka tornò in Giappone con la moglie scozzese Jessie Roberta (Rita). I due si erano sposati all'inizio di quell'anno e Rita decise di emigrare in Giappone per sostenere il sogno di suo marito. Tuttavia, dopo essere tornati in Giappone, Masataka e Rita hanno il cuore spezzato nello scoprire che Settsu Shuzo, la società che ha investito in Masataka per imparare in Scozia, ha dovuto abbandonare il suo piano per produrre whisky genuino in Giappone a causa della recessione dopo la prima guerra mondiale.

Nel frattempo un'altra azienda, Kotobukiya Limited (Suntory), era alla ricerca di qualcuno che potesse condurre la produzione di whisky. Essendo l'unico giapponese che sapeva come produrre whisky in quel momento, Masataka fu assunto da Kotobukiya nel 1923 per dirigere la costruzione della distilleria Yamazaki. Lì ha guidato il progetto e si è dedicato alla produzione del primo vero whisky giapponese.