Galluccio DOC Ara Mundi Riserva 2018 Telaro Magnum
search
  • Galluccio DOC Ara Mundi Riserva 2018 Telaro Magnum

Galluccio DOC Ara Mundi Riserva 2018 Telaro Magnum

49,90 € - 20,04%
39,90 €

L’Ara Mundi Riserva è la versione più invecchiata dell’Aglianico. Vinificato in purezza, elegante, tipico, intensamente minerale ma smussato dal richiamo del rovere delle botti in cui viene invecchiato in non meno di 18 mesi, così come previsto dal disciplinare di produzione del Galluccio DOC.

Produttore:

Telaro

Formato: 1,5 l

Quantità
Ultimo articolo disponibile

  • Spedizione gratuita per ordini superiori a 69,99 euro Spedizione gratuita per ordini superiori a 69,99 euro
  • Spedizione in giornata per ordini ricevuti entro le ore 13.00 e con modalità di consegna express (esclusi giorni festivi) Spedizione in giornata per ordini ricevuti entro le ore 13.00 e con modalità di consegna express (esclusi giorni festivi)
  • Sicurezza 100% sui vostri dati e pagamenti grazie ai protocolli di crittografia Sicurezza 100% sui vostri dati e pagamenti grazie ai protocolli di crittografia

Informazioni utili

Nazione
Italia
Regione
Campania
Annata 
2018
Formato 
1,5 l
Denominazione 
Galluccio DOC
Gradazione 
13,5°
Temperatura
16-18 °C
Vitigni
Aglianico
Affinamento
Botte di Rovere

Descrizione

VARIETÀ DELLE UVE

Aglianico 100%

COLORE

Rosso rubino intenso con riflessi porpora, tendenti all’aranciato con l’invecchiamento

PROFUMO

Intenso, con lungo finale dove emergono chiari sentori di frutti di bosco, confettura, ben bilanciati con note di legno e sottobosco

PALATO

Caldo, sapido, di ottima struttura con tannini ben equilibrati

Abbinamenti

Primi piatti di pasta e zuppe con sughi molto strutturati, brasati e arrosti di carni

Produttore

Telaro

L’azienda Telaro nasce nel 1987 sotto il nome di “Lavoro e Salute Vini Telaro”, a voler sottintendere l’attenzione per l’ambiente, di riflesso per i consumatori e i lavoratori della terra. Essa si estende per circa 100 ettari nel territorio di Galluccio, Conca della Campania e Rocca D’Evandro, alle pendici del vulcano di Roccamonfina, rientrante in parte nel Parco regionale di Roccamonfina e Foce del Garigliano, territorio anticamente chiamato “ Terra di Lavoro ”.